Cerca nel sito

Archivio lavori in corso depurazione 2012

DEPURATORE DI COMACCHIO – RIPRISTINO IMPIANTO DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI LIQUIDI SPECIALI NON PERICOLOSI

Importo di progetto: € 80'000.00 + IVA
Inizio dei lavori: 10/12/2012

Lavori terminati

L’impianto di depurazione di Comacchio è autorizzato dall’amministrazione provinciale al trattamento di rifiuti liquidi speciali non pericolosi previo trattamento chimico-fisico.
L’intervento consta nella sostituzione di apparecchiature elettromeccaniche ammalorate e l’installazione di nuove per l’implementazione della stazione di trattamento.

 

DEPURATORE DI COMACCHIO – RISTRUTTURAZIONE LOCALE SPOGLIATOI

Importo di progetto: € 50'000.00 + IVA
Inizio dei lavori: 03/12/2012
Lavori terminati

Ristrutturazione della palazzina servizi per l’ampliamento dei servizi igienici e degli spogliatoi. Il criterio di progetto adottato è quello dell’abbattimento del rischio di contaminazione biologica mediante la separazione degli ambienti cosiddetti “sporchi” da quelli “puliti”.

 

Lavori di realizzazione del nuovo depuratore intercomunale di Migliarino – 1° stralcio opere civili

Importo di progetto: € 1’125'000.00 + IVA
Inizio dei lavori: 27/06/2012
Durata dei lavori: 180 gg

I lavori consistono nella realizzazione di un depuratore intercomunale al servizio dei Comuni di Migliarino, Migliaro e Ostellato.
La parte più consistente dei lavori riguarda la realizzazione dei manufatti in cemento armato. Nel dettaglio si andranno ad eseguire i movimenti terra, la formazione delle fondazioni, le casserature, armature e getti dei manufatti in elevazione, gli inghisaggi per cavi e tubi dei successivi collegamenti elettro-idraulici ed alcune finiture di impermeabilizzazione del fabbricato servizi. E’ prevista anche la formazione delle platee di fondazione per i manufatti prefabbricati che verranno forniti con altro affidamento e per gli stoccaggi di reagente.
L’impianto di depurazione è dimensionato per una potenzialità complessiva di 8.000 ab.eq (considerando prudenzialmente una dotazione idrica di 300 litri/ab.x giorno) ed è completo di comparti per linea acque e trattamento fanghi. Le stazioni di sollevamento in testa alle adduttrici fognarie che verranno via via allacciate saranno conformate in modo da conferire una portata massima di pioggia non superiore a tre volte la portata ordinaria di nera, in accordo con le vigenti prescrizioni legislative. L’obiettivo principale è ovviamente rispettare tutti i parametri di cui alla vigente normativa (vedi tabella 2 dell’Allegato 5 D.L. 152/99), prevedendo anche i trattamenti di defosfatazione e denitrificazione, ciò anche nell'ottica di diminuire il carico di sostanze nutrienti gravante sul ricettore finale.
Lo schema di processo depurativo deciso è quello a “cicli alternati in reattore unico” già ampiamente sperimentato in vari depuratori aziendali con ottimi risultati, soprattutto in termini di rimozione di carbonio, azoto e parzialmente fosforo e di economicità di gestione, che si sostanzia in termini di minori costi di consumo di energia elettrica e riduzione di volume di fanghi da smaltire.