Cerca nel sito
26 agosto 2019

L’acqua che utilizziamo - Calcola la tua impronta idrica

L’acqua che utilizziamo - Calcola la tua impronta idrica

Se ci fosse chiesto di elencare in quali occasioni utilizziamo l’acqua, probabilmente a nessuno di noi verrebbe in mente di pensare al cibo che mangiamo, ai vestiti che indossiamo, alla carta che stampiamo o ai libri che leggiamo.
Noi utilizziamo consapevolmente l’acqua per dissetarci, per lavarci, innaffiare, cucinare ma in realtà ci ritroviamo ad utilizzare acqua anche senza accorgercene. Dietro ogni oggetto utilizzato e cibo mangiato, esiste un universo di acqua nascosta e virtuale che prende il nome di impronta idrica.
L'impronta idrica di un individuo, di una comunità, di un'azienda è definita come il volume totale di acqua dolce utilizzata, sia direttamente che indirettamente, per produrre i beni e i servizi consumati da quell'individuo, comunità o impresa (Water Footprint Network).
Tale valore è la somma di tre diverse componenti.

WF = WFverde + WFblu + WFgrigia

La WFverde è la misura del volume d’acqua piovana utilizzata durante la produzione o traspirata durante la coltivazione, che quindi non defluisce e non reintegra le risorse superficiali e/o sotterranee.
La WFblu rappresenta il volume d’acqua di superficie o di falda sottratta al ciclo naturale e impiegata nelle produzioni che non viene reimmessa nel sistema idrico da cui proviene.
La WFgrigia costituisce invece una misura dell’inquinamento delle acque impiegate ed è calcolata come volume d’acqua necessario per diluire gli agenti inquinanti immessi durante il processo produttivo e riportare la loro concentrazione al valore naturale del corpo idrico ricevente.
Per conoscere la nostra impronta idrica basta collegarsi al sito internet:
http://aquapath-project.eu/calculator-it/calculator.html