L’impegno di CADF per le Scuole si conferma costante e intenso. Anche in questo anno scolastico, nonostante le difficoltà dovute alla persistente situazione sanitaria generale, i progetti educativi CADF hanno riscosso grande interesse da parte degli insegnanti e degli studenti.

Ad oggi sono 177 le classi che hanno richiesto di partecipare alle proposte didattiche che coinvolgeranno 3.325 alunni di 49 scuole, dislocate in tutti gli 11 Comuni serviti da CADF ma anche in alcuni altri Comuni, sia della provincia di Ferrara che di quella di Rovigo.

Numerosissimi sono gli insegnanti che, di anno in anno, ribadiscono la loro adesione ai progetti CADF, confermando la fiducia nel progetto educativo de La Fabbrica dell’Acqua, che ha come principale obiettivo quello di accompagnare i nostri giovani e giovanissimi in un percorso di conoscenza e partecipazione, per sviluppare senso di responsabilità e di cittadinanza attiva, con particolare riferimento al valore delle risorse idriche e al loro uso consapevole.

I progetti prevedono incontri in classe con gli educatori CADF ma anche la possibilità di svolgere laboratori scientifici nel Centro di Educazione alla Sostenibilità di CADF a Serravalle e visite guidate, con attività sul campo, in varie aree naturalistiche gestite da CADF.

Considerato il prolungarsi dell’emergenza sanitaria, gli insegnanti potranno anche optare per la metodologia a distanza, con lezioni in DDI e materiale digitale e interattivo di approfondimento.

Le proposte sono molto variegate e permettono un approccio multidisciplinare al tema dell’acqua, favorendo l’utilizzo di molteplici strumenti didattici, adattati all’età degli studenti. Il ventaglio di proposte CADF presenta infatti progetti ludici e coinvolgenti per i bambini della scuola dell’infanzia, più sperimentali ed esperienziali per quelli della scuola primaria, fino ad arrivare a progetti più complessi, anche tecnici e scientifici, per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Varie le novità di quest’anno che si possono consultare sul Catalogo Scuole nel sito www.cadf.it, tra cui ad esempio, progetti legati all’Agenda 2030 e allo sviluppo sostenibile così come la proposta “Non cadere nella rete”, nata dalla collaborazione con il nuovo settore aziendale Telecomunicazioni e Servizi Informatici. Un progetto pensato per i ragazzi che si affacciano al mondo dei social network, che ha l’obiettivo di dotarli degli strumenti necessari per affrontare le insidie ma anche le opportunità della realtà web, declinato in diversi percorsi a seconda dell’età degli alunni, dalla scuola primaria a quella secondaria di secondo grado.

Le lezioni sono iniziate nel novembre scorso e proseguiranno fino a giugno. Per agevolare il lavoro degli insegnanti, anche quest’anno è possibile iscriversi alle proposte CADF durante tutto l’anno scolastico. Si ricorda che per tutti i Comuni serviti da CADF, l’adesione ai progetti didattici è gratuita.

Oltre all’offerta didattica, CADF è vicina alle scuole anche tramite la disponibilità ad accogliere studenti per svolgere un periodo di Alternanza Scuola-Lavoro presso i diversi Servizi aziendali.

Nel mese di febbraio due saranno i ragazzi frequentanti l’Istituto superiore Guido Monaco da Pomposa di Codigoro, che ci affiancheranno, uno presso gli Uffici del Servizio Utenza e uno presso il Servizio Telecomunicazioni e Servizi Informatici.

Questa opportunità così come tutti i progetti offerti alla scuole, rappresentano  per CADF una ulteriore occasione per confermare la propria mission aziendale, investendo sulle persone che nei nostri Comuni vivono, studiano e lavorano e creando così valore condiviso per il territorio.

Per qualsiasi informazione si può scrivere a cea@cadf.it