L’impianto idrovoro e di sollevamento di via Marina a Comacchio svolge una tripla funzione nell’ambito del controllo delle acque del territorio:

  1. funzione di regolazione dei livelli delle acque dei canali del territorio comunale;
  2. funzione di controllo e smaltimento delle acque di fognatura;
  3. funzione di controllo e smaltimento delle acque piovane.

La prima funzione di regolazione acque dei canali è svolta avvalendosi di un sistema di paratoie e sensori di controllo dei livelli, tutti implementati in una specifica rete di comunicazione gestita da un primo sistema di telecontrollo locale.

Le altre due funzioni dipendono invece da un secondo sistema di telecontrollo locale, che attiva le pompe sulla base di misurazione del livello della vasca di raccolta, posta sotto il locale di pompaggio stesso. Entrambi i sistemi locali fanno riferimento al sistema di telecontrollo centralizzato CADF che ha sede nella centrale di potabilizzazione di Ro.

Tale ammodernamento si è reso necessario in quanto il quadro elettrico esistente, risalente al 1988, necessitava di un approfondito intervento di manutenzione straordinaria ed era tale da giustificare un rifacimento completo.

Impianto Idrovoro e di sollevamento in Via Marina a Comacchio

 

L’esigenza di efficientamento energetico è stata realizzata inserendo avviamenti con modulatori di frequenza (inverter) ed è stato integrato il sistema di alimentazione in emergenza (vista l’estrema importanza di funzionamento del sistema per l’intera comunità) con un ulteriore gruppo elettrogeno in ridondanza all’esistente.

Allo scopo di ammodernare tutto il sistema di avviamento delle pompe di sollevamento, si è proceduto alla realizzazione di un nuovo sistema di quadri elettrici di comando e controllo con avviamento tramite moderni inverter ed in caso di necessità sistemi di avviamento standard (avviamento diretto).

Oltre al nuovo sistema di quadri pompe si è inserito un nuovo gruppo elettrogeno che, messo a supporto del gruppo esistente, assumerà la funzione di “gruppo primario” e l’esistente sarà in ridondanza al nuovo.

vecchio quadro elettrico ora sostituito

nuovo gruppo elettrogeno

 

Altro elemento importante per la sicurezza e funzionalità dell’intero impianto è la sostituzione dei due attuali quadri di telecontrollo con un unico quadro che, utilizzando lo standard CADF, ha una componentistica di nuova generazione ancora più affidabile ed efficiente.

Il presente progetto nella sua complessità ha previsto il rifacimento del quadro elettrico pompe a servizio dell’impianto idrovoro e di sollevamento.

Per alimentare il nuovo sistema di quadri pompe è stato necessario anche un intervento di modifica sul quadro elettrico generale di bassa tensione esistente di recente fornitura per rendere il sistema completamente efficiente.

L’investimento totale degli interventi è stato di 350.000,00 euro.