Continua l’impegno di CADF, gestore del Servizio Idrico Integrato di 11 Comuni del basso ferrarese, nel costante progetto di ammodernamento dei propri impianti, per offrire un servizio agli utenti sempre più efficiente, garantendo massima qualità dell’acqua erogata e alti livelli di sostenibilità ambientale nei processi.

Tra gli ultimi investimenti rilevanti, sia dal punto di vista economico che da quello strategico di gestione, emerge il complesso intervento di ammodernamento di tutti gli impianti elettrici a servizio della centrale di potabilizzazione di Ro Ferrarese, che si è appena concluso.

L’investimento economico totale è stato di € 610.000 e si è reso necessario in quanto gli impianti, realizzati negli anni ‘70-‘80, seppur funzionanti, presentavano elevati livelli di criticità dovuti all’età e non rispecchiavano più gli standard ottimali di prestazione richiesti dall’Azienda.

Numerose le aree interessate dai lavori: dalla cabina di trasformazione MT/BT al locale del gruppo elettrogeno, dai locali che ospitano il laboratorio analisi a quelli degli uffici e del telecontrollo, fino al locale con le pompe di sollevamento sia finale che intermedio, per fare alcuni esempi.

Per evitare disservizi alla rete di distribuzione dell’acqua potabile nella zona servita dall’impianto di Ro Ferrarese è stato necessario progettare con scrupolosa attenzione gli interventi, che sono stati concentrati in soli 135 giorni, e organizzati in modo tale da garantire il servizio senza alcuna ripercussione sull’erogazione.

Con la rivalutazione globale degli impianti elettrici si è ottenuta la garanzia della continuità di servizio, oltre ad un miglior efficientamento energetico dell’intero sistema, inserendo nuove apparecchiature di gestione e diminuendo in modo efficace i consumi di energia elettrica.

Di seguito alcune foto delle lavorazioni più importanti che hanno interessato gli impianti elettrici: