Servizio idrico integrato

Il servizio idrico integrato, definito dal Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 è l’insieme di tutti i passaggi necessari alla gestione dell’acqua in ambito urbano ed extraurbano.
È suddivisibile in due macro aree, ciascuna delle quali è monitorata e controllata da remoto grazie al telecontrollo.
Il servizio idrico integrato deve essere gestito secondo principi di efficienza, efficacia ed economicità, nel rispetto delle norme nazionali e comunitarie.
La gestione del Servizio Idrico Integrato prevede un ciclo produttivo separabile in due grandi aree. Una riguarda il Servizio Acquedotto che riguarda le attività di approvvigionamento della risorsa idrica dall’ambiente, e produzione, analisi qualità e distribuzione dell’acqua potabilizzata.
La seconda area riguarda il Servizio Fognature e Servizio Depurazione, che è composta da collettamento fognario delle acque reflue; depurazione delle acque reflue; analisi qualità acque depurate e restituzione delle acque stesse all’ambiente.
Con un numero complessivo di utenze servite pari a 68.783, l’erogazione del servizio idrico, nei suoi tre settori aziendali, richiede la presenza di un’efficiente e capillare rete di acquedotti e fognature e di adeguate strutture di prelievo e captazione. In tal senso, l’infrastruttura della rete idrica e fognaria si sviluppa su tutta l’area degli undici Comuni serviti e appartenenti alla compagine sociale.

L’Azienda si impegna a garantirne la copertura e il corretto funzionamento, investendo costantemente nel territorio.

1. ACQUEDOTTO
CADF preleva sia acqua di superficie, dal fiume Po presso Serravalle, sia da falda profonda tramite pozzi, presso Ro. Per garantire la conformità alla normativa vigente, l’acqua viene poi sottoposta a trattamenti specifici di sanificazione e potabilizzazione nelle due centrali che sono situate a Serravalle e a Ro.
Una rete di distribuzione di oltre 2.200 Km permette a CADF di essere capillare sul territorio, dove grazie agli impianti presenti è garantita la pressione necessaria ad un servizio ottimale

2. FOGNATURA
174 impianti di sollevamento e 935 km di rete fognaria garantiscono una gestione efficiente della raccolta delle acque reflue, che vengono convogliate agli impianti di depurazione

3. DEPURAZIONE
I 46 impianti di depurazione presenti sul territorio garantiscono il trattamento delle acque reflue per eliminare le sostanze inquinanti e un controllo costante sulla qualità delle acque restituite agli ecosistemi presenti, limitando al massimo l’impatto ambientale.